Tate Modern: meta immancabile a Londra

By on November 12, 2018

Londra è una delle capitali che vanta il più grande numero di musei, gallerie e luoghi di interesse culturale (il cui ingresso è molto spesso gratuito!).

Per gli amanti dell’arte moderna che si trovano per caso a Londra, la Tate Modern è una tappa immancabile.

Ha raggiunto nel 2000 un numero superiore ai 5 milioni di visitatori, diventando il museo più visitato del mondo, entrando in competizione con il MoMA (Museum of Modern Art) di New York.

Il museo di arte moderna londinese fa parte del complesso Tate, di cui fanno anche parte la Tate Britain, Tate Liverpool e Tate St Ives. Si trova nella zona Bankside, ospitato in una vecchia centrale elettrica: a partire dal 1995 cominciarono i lavori per trasformare la centrale in un museo e questo lavoro fu affidato agli architetti svizzeri Herzog & de Meuron. La Tate venne inaugurata il 12 Maggio 2000.

Tate Modern

https://pixabay.com/it/users/iSAWcompany-6632454/

Ci sono dei piani con collezioni permanenti, altri con collezioni temporanee, stanze con mostre di determinati artisti moderni, altre sale ancora per mostre di artisti contemporanei.

Nel complesso, il museo non è diviso in ordine cronologico, bensì in contesti: Storia/Moderna/Società, Nudo/Azione/Corpo, Paesaggio/Materia/Ambiente e Natura Morta/Oggetti/Vita reale. Tra le collezioni più importanti e famose si ricordano quelle di Dalì, De Chirico, Boccioni, Chagall, Cezanne.

Tra gli altri artisti importanti, ospitati alla Tate Modern, sono Amedeo Modigliani, Pablo Picasso, Vasily Kandinsky, Andy Warhol, Paul Gauguin e Jackson Pollock.

All’ultimo piano del grande edificio che ospita questa mostra immensa di arte moderna, c’è un ristorante con una meravigliosa vista su parte di Londra, da cui si può ammirare il Tamigi, la cattedrale di St Paul e il Millennium Bridge.

Tate Modern

https://pixabay.com/it/users/fxxu-199315/

La galleria è aperta al pubblico ogni giorno dalle 10 alle 18, e il Venerdì e il Sabato fino alle 22. L’entrata è gratuita, ad eccezione di alcune mostre particolari, in quanto la Tate è un’organizzazione benefica, per cui è possibile fare delle donazioni.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *