Storie di Italiani a Londra: Giuseppe afferma “Sono partito con 750€”

By on December 8, 2014

Storie di Italiani a Londra: Giuseppe afferma “Sono partito con 750€

Giuseppe, siciliano a Londra: "Sono partito con 750€!"Intervistiamo Giuseppe, un giovane siciliano che ha deciso di lasciare l’Italia per iniziare una nuova vita a Londra.

• Ciao Giuseppe, puoi dirci qualcosa di te?

Ciao mi chiamo Giuseppe Cascino sono un giovane Siciliano fresco fresco, si perché giusto ieri ho compiuto il mio primo mese a Londra! Come molti esausto dalla situazione economica e lavorativa italiana ho deciso di andarmene.

• Quali pensi siano le maggiori differenze tra la situazione del mondo del lavoro in Italia e a Londra?

Sostanzialmente la differenza tra qui ed il nostro bel paese sta nella struttura del lavoro, l’iter è diverso, presenti il cv il giorno dopo fai una prova, dopo 3 ore possono pure assumerti!

Strano ma qui la legge tutela chi lavora, le tasse sono a misura d’uomo chi guadagna di più paga di più. Poche differenze ma sostanziali. Per non parlare dello spazio dedicato ai giovani! Giovani in banca, giovani in politica, in ospedale…

• È stato difficile trovare casa a Londra? Come hai fatto? 

Ora vivo in una stanza doppia lontana dal centro, ma sto programmando il mio trasferimento, paradossalmente è più difficile trovare casa (stanza) piuttosto che il lavoro, per non parlare dei prezzi.

• Quanto è importante il livello d’inglese per poter lavorare a Londra? 

More English you know, more money you earn! Questo è il mio motto, ma dirò anche che se hai buona volontà ed esperienza, l’inglese passa in secondo piano!

Qui conta più che tu sappia fare il tuo lavoro piuttosto che la tua lingua madre, ma se parli inglese le tue opportunità sono il doppio del doppio!

 Pensi che in generale valga la pena di lasciare l’Italia per trasferirsi a Londra? E perché?

Penso che valga sempre la pena fare un viaggio fuori dal guscio, ci aiuta a crescere, a maturare a spiegare le ali insomma!
Poi nessuno ci vieta di tornare… o no?

• Quali sono gli aspetti di Londra che ami di più e quali quelli che non sopporti? 

Amo Londra perché a parer mio ti dà tutto, ma non ti regala niente! Se lavori arduamente per qualcosa la ottieni, e questo ti fa apprezzare il traguardo.

La cosa che meno mi piace invece è quei maledetti pseudo-caffè che spacciano per espresso! Blasfemia. Se mi chiedi cosa più mi manca è…l’espresso!

• Quale pensi sia il budget da mettere da parte prima di partire per Londra alla ricerca di lavoro?

Per star sereni 1500 eurini farebbero comodo, calcolate che con il cambio ci perdete e tra affitto, Oyster e cibo i soldi vanno via rapidamente.

Se la domanda è posta a me, la risposta è diversa. Sono partito con 750 euro, grazie al mio spirito di adattamento sono sopravvissuto! Volere è potere, non vi nascondo che è stata ardua ma ce l’ho fatta!

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *