Simona De Leo: ex Au Pair a Londra e creatrice di Sketchenglish

By on May 25, 2017

Italiani Londra oggi intervista Simona De Leo, giovane e talentuosa ragazza che, partita nel 2014 dall’Italia, si è stabilita a Londra, dove potete trovarla ancora oggi! L’amore per la città si è unito a quello per un suo progetto, chiamato Sketchenglish e nato durante la sua iniziale esperienza da ragazza alla pari. Ma andiamo a conoscere meglio Simona…

 

1)      Com’è iniziata la tua esperienza da ragazza alla pari a Londra?

Sono arrivata a Londra ad Ottobre 2014, a 25 anni, un po’ per caso: avevo voglia di cambiare dopo aver passato un brutto periodo ed aver finito gli studi a Bologna. Così ho deciso per un biglietto di sola andata.

Ho scelto di iniziare come ragazza alla pari data la mia esperienza con i bambini. A Bologna ho lavorato sia in un asilo che in scuole elementari; inoltre, volendo fare l’illustratrice di libri per bambini, stare a contatto con loro per me è  fonte di grande ispirazione. Quindi quella della ragazza alla pari mi è sembrata una soluzione perfetta: allo stesso tempo mi permetteva di avere molto tempo libero a disposizione per conoscere la città, continuare a disegnare e sviluppare i miei progetti.

Ho trovato una famiglia dopo circa due settimane e sono rimasta  con loro per un anno.

 

sketchenglish

sketchenglishblog.wordpress.com

 

2)      L’esperienza da Au Pair è stata per te formativa? In che modo? Ha contribuito a migliorare il tuo livello di inglese?

L’esperienza è stata molto formativa e mi ha dato l’opportunità di ambientarmi nella città senza dovermi troppo preoccupare dei primi problemi, come ad esempio trovare una casa e pagare un affitto. Vivere in una famiglia può essere a volte stressante ma dall’altro lato ti aiuta a sentirti subito parte della vita quotidiana nella città.

Il mio inglese è migliorato tantissimo nel giro dei primi 5 mesi, anche grazie all’abbondante tempo libero che mi ha permesso di studiare molto nelle biblioteche o frequentare i meeting serali, numerosissimi a Londra. E, ammettiamolo, anche i libri per bambini e i cartoni animati hanno fortemente aiutato!

 

3)      Durante il periodo da ragazza alla pari a Londra hai dato vita ad un progetto molto interessante…Puoi parlarcene?

Il progetto si chiama Sketchenglish ed è nato prima di tutto per un’esigenza personale.

Appena arrivata a Londra mi ha sconvolto il fatto che, pur avendo studiato l’inglese, non riuscissi a capire nulla: questo perché nelle nostre scuole abbiamo sempre avuto insegnanti non madrelingua e, di conseguenza, non si riesce a familiarizzare troppo con l’accento e la pronuncia, inoltre sui libri di grammatica si trovano le solite regole e frasi che qui non sentirete mai.

Anche il tipico “How are you?”, che troviamo sui libri, qui è più comunemente detto “how is it going?” o “ how are you doing?”, e poi molti altri idiomi e phrasal verbs che gli inglesi usano in continuazione e di cui sui nostri libri non vi è traccia.

Per questo motivo ho iniziato a studiare di più questa parte dell’inglese a me sconosciuta e, data la mia memoria visiva, avevo bisogno di disegnare in modo tale da ricordare più velocemente.

Così è iniziato il mio primo sketchbook sui phrasal verbs: da lì il passo a rendere il progetto pubblico è stato molto breve. Ho aperto un blog e iniziato a postare giornalmente i miei schizzi e pian piano ho visto che erano molto apprezzati.

Molti siti hanno parlato del progetto, tra cui Busheytales.com, picamemag.com, desconocidaentropia.com.

Mi piacerebbe un giorno (non troppo lontano) poter pubblicare un libro con Sketchenglish. Potete seguire il progetto sulla pagina Facebook @sketchenglish e trovare tutti gli sketch sul sito sketchenglishblog.wordpress.com.

sketchenglish

sketchenglishblog.wordpress.com

 

4)      Terminata l’esperienza, hai deciso di stabilirti a Londra o sei rientrata in Italia? Perché?

 

Terminata l’esperienza Au pair sono rimasta a Londra… Ora, dopo 3 anni, qui mi sento a casa, ho stretto molte amicizie e iniziato progetti che voglio portare avanti.

Sono ancora innamorata di questa città e sento che ha ancora tanto da offrirmi. Inoltre da settembre inizierò un master in illustrazione presso la Kingston University, quindi aspettatevi tanti altri sketch e progetti!

 

Per chi tra voi fosse interessato ai disegni di Simona, ecco dove potete trovarli:

 

Pagina facebook: https://www.facebook.com/simonadeleoillustrator/

Website: www.simonadeleo.com

Instagram: @simona_deleo_illustrator

sketchenglish

sketchenglishblog.wordpress.com

 

Greta Gontero


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>