Primi passi a Londra

By on July 9, 2017

Trasferirsi in una nuova città comporta momenti di euforia ed entusiasmo folle e altri di panico e stanchezza senza precedenti.

Se abbiamo deciso di trasferirci all’estero è perché siamo motivati e consapevoli che la nostra vita prenderà una grande svolta da questo momento, dunque non dovremmo farci abbattere dalle difficoltà in cui ci imbattiamo durante questa fase.
Ecco perché è importante possedere una piccola lista di passi da seguire se ci si vuole trasferire all’estero, per avere un senso di tranquillità ed evitare di finire nel panico alla prima occasione.

 

Innanzitutto, appena arrivati a Londra, è importantissimo che possediate già o che facciate il prima possibile l’abbonamento alla linea dei trasporti pubblici, che vi permette di muovervi con libertà in città a partire dai primi giorni. Il costo dei biglietti singoli, infatti, potrebbe raggiungere prezzi davvero elevati, soprattutto nelle ore di punta quindi è fortemente consigliato di munirsi dell’Oyster Card, la tessera dei trasporti, per la quale sono necessari solamente 5 sterline di deposito ed è ricaricabile in modo semplice, come per un cellulare.

É possibile controllare il vostro credito residuo nelle macchinette presenti in tutte le stazioni di Londra, dove potete anche effettuare la ricarica; inoltre, se preferite, potete creare un account sul sito https://oyster.tfl.gov.uk/oyster/link/0004.do per avere sempre il vostro credito sotto controllo.

 

passi

junglam.com

 

Il secondo step da seguire, appena ci si trasferisce all’estero, è cercare una nuova sim inglese con una tariffa conveniente che vi permetta di comunicare anche con l’estero, se possibile.

Le compagnie telefoniche che offrono le tariffe migliori e che sono maggiormente conosciute sono Vodafone, Orange, T-Mobile, 3 e Virgin.

 

Un altro passo molto importante è l’ottenimento del National Insurance Number (chiamato anche NIN), ovvero una sorta di codice fiscale che è necessario per effettuare diverse attività nel Paese.

Potete richiedere il NIN al JobCentre più vicino a voi e, per ottenerlo, è semplicemente necessaria una residenza inglese ma non è obbligatorio avere un impiego qui.

passi

movebubble.com

 

Detto questo, diversi sono i passi da affrontare prima che possiate sentirvi definitivamente tranquilli ed in regola, però, iniziando con questi tre punti principali, potete considerarvi sulla buona strada…
Buona fortuna!

Greta Gontero

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>