Il livello d’inglese per lavorare a Londra

By on October 21, 2013

Moltissimi italiani che vorrebbero trasferirsi a Londra sono soggetti ad un’insicurezza iniziale a proposito del proprio livello d’inglese.

Non a caso riceviamo spessissimo richieste di consiglio di questo tipo: 

“Vorrei trovare lavoro a Londra ma il mio inglese è molto basilare, cosa devo fare?”

“Capisco l’inglese ma solo a livello scolastico, potrò trovare lavoro?”

In primo luogo è normale partire dall’Italia con un inglese non perfetto, quindi non c’è bisogno di farsi prendere dal panico.

D’altra parte non sarebbe sincero dire che a Londra sia facile trovare un lavoro anche per chi non capisce bene l’inglese. Al giorno d’oggi anche per le professioni più umili una conoscenza almeno basilare della lingua può essere molto importante e rivelarsi la discriminante chiave per battere la concorrenza degli altri candidati.

Potrà essere scontato, ma è bene ribadire il concetto che migliore sarà il vostro livello d’inglese maggiori saranno le opportunità che avrete a Londra. Incarichi e stipendi che sarà possible ottenere viaggiano di pari passo con la conoscenza della lingua locale.

Saper comunicare in inglese è essenziale in moltissime mansioni (dal cameriere all’impiegato, dal negoziante al barista…), tanto che nella maggior parte dei casi la competenza linguistica viene presa in considerazione dai datori di lavoro prima delle esperienze sul curriculum.

In parole povere, potreste avere un curriculum perfetto ma se non sapete come rispondere a chi vi domanda “May I help you?” sarà pressoché impossibile trovare qualcuno disposto ad assumervi a Londra.

Trasferirsi in Inghilterra è comunque un passo importante nella giusta direzione per abituarsi alla lingua britannica ed eventualmente studiarla: sono tantissime le scuole d’inglese a Londra che offrono corsi d’inglese standard e corsi d’inglese intensivi anche in pieno centro città. Conttatta i nostri amici di EazyCity per prenotare un pacchetto studio / lavoro.

Cercate di essere realisti per quanto riguarda le vostre competenze, soprattutto sul curriculum: meglio evitare una brutta figura al primo colloquio!

A grandi linee si possono identificare quattro livelli d’inglese:

  • BASE: da molti indicato come inglese “scolastico”, sottintende una conoscenza molto limitata delle nozioni linguistiche e del vocabolario. Partire con un livello d’inglese base può essere un rischio ma anche un’opportunità per migliorarsi e rompere il ghiaccio con l’inglese, abbandonandone finalmente la versione “maccheronica”. Le mansioni che sarà possibile ricorprire saranno piuttosto limitate: in genere si tratta di professioni che non hanno un contatto diretto con il cliente, come lavapiatti, aiuto-cucina, addetti alle pulizie.  Queste possibilità si possono considerare come un trampolino di lancio verso future nuove ambizioni…
  • DISCRETO: la comprensione della lingua scritta è buona ma si è ancora impacciati con l’inglese parlato, anche se in molti casi si riesce a fornire una risposta alle domande che vengono poste. Un livello d’inglese discreto vi permette di relazionarvi piuttosto agevolmente con gli altri stranieri presenti in Regno Unito, ma in genere non è abbastanza per comprendere la parlata di un vero britannico (al quale in genere bisognerà chiedere di parlare un po’ più lentamente). Le professioni a cui si potrebbe ambire permettono stipendi leggermente più alti delle precedenti. Qualche esempio: camerieri, cuochi, addetti all’assistenza-clienti, IT, impiegati…
  • BUONO: una buona conoscenza dell’inglese indica la capacità di comprendere efficacemente la lingua scritta e parlata, con l’elaborazione di conversazioni relativamente complesse. In questo caso la discrepanza tra il vostro curriculum e quello di un madrelingua diventa molto sottile, per questo conteranno molto le esperienze precedenti, la serietà e le capacità sul campo. Quasi tutte le professioni possono essere ricoperte da chi ha la fortuna di avere una buona conoscenza della lingua inglese.
  • AVANZATO: parlare inglese come un inglese, magari con un leggero accento British: il sogno di tanti! Un livello d’inglese avanzato permette di aprire ogni porta del mondo professionale, dando accesso anche a ruoli come quello di promoter e giornalista.

Luca Cattaneo


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *