Le aziende dalle quali partire a Londra

By on September 16, 2017

Siete da poco arrivati a Londra e state ancora cercando lavoro, un qualunque tipo di lavoro, per mantenervi e potervi permettere l’affitto? Allora è bene che conosciate alcune delle principali aziende che assumono di più qui a Londra, anche tra gli italiani.

Certo, le posizioni a prima vista non sembrano essere le più desiderabili, ma bisogna pur partire da qualche parte e, se ci si impegna nella maniera dovuta, si può anche ambire a posizioni più alte nell’azienda: rimboccandosi le maniche si può arrivare ovunque! 🙂

 

Starbucks

La nota catena statunitense di caffetteria è oggi diffusa nelle principali metropoli del mondo ed è spesso in cerca di personale: se non trovate male l’idea di servire Caramel Mocha e frullati alla clientela, potete farci un pensierino!

aziende

https://pixabay.com/it/users/denniskendall-1711309/

Caffè Nero

Starbucks non vi ha assunti? Nessun problema, sarà Caffè Nero, “avversario” della compagnia sopracitata, a pensare a voi!

 

Primark

Se fare il cameriere non fa per voi, Primark è un’ottima soluzione! Il colosso dell’abbigliamento a basso costo, con diversi negozi nel Regno Unito, potrebbe fare infatti al caso vostro.

 

Subway e McDonald’s

Tornando al mondo della ristorazione, i due grandi leader nel mondo del fast food sono in perenne ricerca di personale… Anche se ambite a posizioni diverse, potrebbero quantomeno rivelarsi soluzioni utili per pagare le spese.

 

Wetherspoon

Catena di pub diffusissima nei Paesi anglosassoni, con costi bassi e continue assunzioni. Da Wetherspoon potete entrare da lavapiatti ed uscirne da responsabili!

 

Nando’s

Altro nome importantissimo, Nando è il re del pollo! Qui a Londra possiede negozi in ogni angolo ed è pronto ad offrirti un posto di lavoro.

aziende

https://pixabay.com/it/users/mak17-1015675/

Tesco

Chiuderei questa classifica con un nome che tutti voi di sicuro conoscete: Tesco è una delle aziende che fa più guadagni nel Regno Unito. Questo ci da motivo di sperare che il numero di  assunzioni sia equiparato al loro livello di successo…

 

Greta Gontero


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *