Esperienze Au-Pair a Londra: info e consigli!

By on October 1, 2012
Avete mai considerato l’idea di lavorare au-pair per un certo periodo a Londra, magari sfruttando l’esperienza come “base” per la ricerca di un contratto di lavoro nella City? Può essere un’ottima idea! 
Il lavoro alla pari è una formula di integrazione principalmente dedicata ai giovani tra i 18 e i 28 anni d’età.
Si tratta di un’esperienza low-cost che permette ai giovani di migliorare notevolmente le proprie capacità linguistiche senza le spese di un corso d’inglese. I ragazzi vengono infatti inseriti all’interno di un nucleo famigliare che provvede a fornire loro vitto, alloggio e una retribuzione settimanale (il pocket-money) in base alle ore di lavoro, in cambio di una partecipazione attiva ai doveri della famiglia (soprattutto babysitting e faccende domestiche come spolverare, riempire e svuotare la lavatrice, lavare i piatti, ecc…).
Il soggiorno può durare dai 3 ai 12 mesi e l’impegno di ore richiesto può variare.
Esistono infatti tre principali modalità di organizzazione delle esperienze alla pari:
– Tradizionale: la giornata lavorativa consiste in 5 ore giornaliere più 2 serali.
– Au pair Demi: questa modalita’ prevede 3 ore giornaliere più 2 sere di baby-sitting.
– Au pair Plus: l’impegno complessivo è di 35 ore settimanali, in più è richiesta la disponibilità per 2 serate. Il compenso settimanale è ovviamente superiore rispetto a quello previsto per l’au-pair tradizionale.

Ma quali sono gli effettivi vantaggi dell’Au Pair? La possibilità di imparare l’inglese in maniera diretta, da persone madrelingua, nonché di entrare a far parte per un certo periodo della vera vita di una famiglia straniera, con le sue usanze, abitudini e convenzioni. Si tratta di un’esperienza formativa che non si limita all’apprendimento della Lingua, ma che porta ad una crescita a livello umano, sociale e di senso della responsabilità. Pressoché nella totalità dei casi sarà infatti richiesto di accudire i bambini, aiutarli a vestirsi, accompagnarli a scuola e dargli una mano con i compiti a casa: impegni che necessitano una buona dose di assennatezza, disciplina e self-control.

Quali sono i requisiti solitamente richiesti?

– Avere un’età compresa tra 18 e 28 anni;

– Non avere il vizio del fumo;

– Essere nubili e senza figli;

– Una conoscenza basilare (scolastica) della lingua.

In alcuni casi può avvenire che sia richiesto anche il possesso della patente di guida, in genere per poter accompagnare i piccoli a scuola.

Il modo migliore per trovare un lavoro alla pari garantito e sicuro è rivolgersi ad agenzie del settore, molte delle quali operano proprio per il mercato italiano.

Un paio di consigli: EazyCity London è un’agenzia italo-irlandese che opera da anni nel settore dell’accoglienza e offre ottime esperienze au pair a prezzi ragionevoli. Per info più dettagliate sulle loro offerte cliccare qui.

Se invece preferite po’ di fortuna potreste trovare proposte interessanti a questo link.

Durante il soggiorno è inoltre possibile frequentare corsi di Inglese per ottenere certificazioni ufficiali delle competenze conseguite che saranno utili da allegare al Curriculum.

documenti necessari per iniziare il lavoro alla pari sono solo tre:

– Certificato medico di buona salute

– Documento di identità

– Lettera di presentazione (se ci si affida ad un’agenzia, generalmente vengono indicate tutte le modalità per compilarla).

Luca Cattaneo


One Comment

  1. Giulia Claudia Refosco

    January 16, 2015 at 3:49 pm

    I’m Giulia and I’ m 24.I’m looking for to do the aupair experience.I’d like to share a part of my life with you. For me it can be an interesting cultural exchange and can give the possibility to get involved. I know how to do all the housework: cooking, cleaning, ironing and gardening. I like childrens and I made a stage in a nursery during my secondary school. I am graduated in social science. My english is of school level, I studied english for 8 years but I don’t speak very Well,while French I understand enough so,I would like to improve my English knowledge.I have a driving license.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *