Curriculum in Inglese: a Londra con CV&Coffee

By on June 24, 2013

 

Che vi siate appena trasferiti a Londra o che viviate nella capitale inglese già da anni ma siate alla ricerca di un nuovo lavoro, il punto di partenza di qualsiasi job hunting è il curriculum. 

Di fronte ad un mercato competitivo e meritocratico come quello anglosassone, la ricerca lavoro può essere complessa e lunga, soprattutto per i neo arrivati che, molto spesso, non sanno da dove cominciare e non conoscono il mercato del lavoro.

Redigere un CV in inglese non significa “semplicemente” tradurlo dall’italiano all’inglese, ma vuol dire piuttosto riscrivere il curriculum seguendo il formato britannico. Il modello europeo (Europass) non esiste in Inghilterra (ma non solo in Inghilterra!) e candidarsi con un CV che non rispecchi i parametri di selezione inglesi, vuol dire autoescludersi da potenziali colloqui di lavoro!

  • Quali sono le regole basilari per un buon CV?  

Step No. 1: eliminate foto e data di nascita. Secondo l’Equality Act del 2010 le informazioni relative a invaliditàetà, credosesso, gravidanza, stato di famiglia stato civile, orientamento sessuale sono “protected characteristics” e pertanto non indispensabili sul CV.

Step. No. 2: mettete in risalto le vostre competenze professionali, quello che sapete fare, le mansioni ricoperte nei precedenti ruoli. Scrivere solo il Job Title non è sufficiente.

Step No. 3: Il CV non deve superare le 2 pagine.

C’è altro da sapere: i modelli di CV da utilizzare cambiano a seconda del candidato, dell’esperienza maturata, del lavoro che si cerca. Ad esempio, un neo-laureato con poca o inesistente esperienza lavorativa, dovrà utilizzare un formato che metta in risalto il percorso di studi e le competenze acquisite durante la formazione. Nel qualification-style CV, le esperienze lavorative saranno  perciò elencate dopo la formazione.

Il formato più utilizzato è invece il reverse chronology CV, ovvero quello per coloro che cercano di progredire nella loro carriera e che hanno già acquisito diversi anni di esperienza lavorativa in un determinato settore, maturata all’interno di una o più aziende.  Se si vuole “fare carriera” e progredire nello stesso settore o magari, all’interno della stessa azienda, bisogna utilizzare questo modello di CV, elencando le esperienze lavorative in ordine cronologico inverso, ovvero dalla più recente alla prima.

Foto by Rossana Caglia

Se invece si programma un career change, meglio utilizzare un modello di CV che dia risalto alle competenze acquisite negli anni, alle qualifiche ottenute, all’expertise ma soprattutto all’attitude del candidato. Lo skills-based CV, servirà a dimostrare quanto la persona sia capace di applicare la conoscenza e le competenze acquisite nel corso degli anni in settori e ruoli diversi.

E’ importante anche adattare il CV alle diverse posizioni per cui ci si candida. In particolare, il Profile Statement (ovvero un paragrafo introduttivo di poche righe che dirà chi siete, cosa sapete fare e che obiettivi professionali avete), dovrà essere adattato ad ogni singola posizione/settore, inserendo quelle keywords che faranno di voi il candidato ideale.

Ci sono tantissime altre cose da tener presente quando si prepara un CV in inglese e se non si ha esperienza sul mercato anglossassone e forse, neppure una grande padronanza della lingua, si può  facilmente incorrere in errori. E gli errori, non sono consentiti in un CV! Per questa ragione, nasce CV&Coffee.

CV&Coffee è un servizio di consulenza lavoro (non un’agenzia di reclutamento) rivolto agli italiani che vivono o vorrebbero vivere a Londra, cercando opportunità di inserimento professionale in un mercato nuovo e poco conosciuto.

Quello che CV&Coffee fa è rendere il profilo professionale dei propri clienti più competitivo, così da ridurre i tempi di ricerca lavoro nella capitale inglese.

In particolare, CV&Coffee è specializzato nei settori del marketing, eventi, non-profit e medico-psicologico. Le consulenze sono disponibili anche nei settori alberghieroturistico e della ristorazione.

I servizi di consulenza si rivolgono non solo a chi ha vive e lavora a Londra da diversi mesi (a volte anni) ma vorrebbe svolgere una professione più attinente al proprio settore di studi, ma anche ai tanti neo arrivati – o a chi progetta un trasferimento nella patria di Sua Maestà –  che sono alle primissime armi.

Oltre alla professionalità e alle competenze del team, CV&Coffee offre  la possibilità di conoscere nuovi quartieri londinesi. Propone infatti i servizi di consulenza in caffetterie poco turistiche (ma tutte in zone centrali)  ed indipendenti  (no a Starbucks, Costa, Caffè Nero, ecc.), dando così la possibilità di scoprire piccole gemme nel cuore di una grande ed affascinante metropoli. Da qui il nome del progetto.

Il cliente porta il curriculum, CV&Coffee offre:

  • Preparazione CV in perfetto stile inglese
  • 3 sessioni (di 60 minuti ciascuna) di career advice
  • Un caffè
  • Professionalità, competenza  ed ottima conoscenza del mercato inglese
  • Opportunità di conoscere un posto nuovo, accogliente e trendy

Le consulenze sono disponibili anche a distanza, soprattutto per coloro che stanno programmando un trasferimento a breve e vogliono avere un curriculum in inglese prima dell’arrivo in terra albionica.

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito web www.cvandcoffee.com e la pagina Facebook http://www.facebook.com/CVandCoffee  oppure scrivere a cvandcoffee@cvandcoffee.com.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *